skip to Main Content

Quale mandato per Giacchi?

Quale Mandato Per Giacchi?

Questa la domanda centrale dell’Assemblea degli azionisti IOL.

Assonline ed altri azionisti hanno chiesto lumi su questo punto al dott. Giacchi. E lui ha escluso ipotesi di vendita a pezzi dei diversi rami d’azienda o operazioni di puro taglio costi. L’azienda pertanto sta lavorando a rendere più forte industrialmente la propria struttura e la propria presenza sul mercato. Il Piano industriale che verrà presentato a metà anno, intende mettere nero su bianco le linee di crescita legate ad uno sviluppo interno ed a idee di business nel mercato digitale. A fronte di queste rassicurazioni, è stata deliberata all’unanimità l’avvenuta cooptazione del dott. Giacchi nel CDA aziendale.

Il secondo punto all’ordine del giorno prevedeva l’approvazione del Bilancio 2018. Su questo punto Assonline ha dichiarato tutta la propria insoddisfazione votando contro. Il motivo centrale è dato dalla pessima gestione del piano di ristrutturazione che ha inciso pesantemente sui costi, è stato umanamente devastante ed ha generato una campagna mediatica negativa nei confronti dell’azienda.
In questo momento è in atto una azione di coinvolgimento dei dipendenti – provenienti da storie diverse: Seat, Libero, Virgilio – anche per far rinascere un rapporto sentimentale e di appartenenza. Da qui potrà e dovrà rinascere una rinnovata attenzione ai Clienti in grado di dare valore anche agli Azionisti.

Assonline aveva anche inviato una trentina di domande prima dello svolgimento dell’Assemblea allo scopo di disporre di informazioni utili per la fornitura di contributi originali. Oltre a ricevere puntuale risposta scritta – che esamineremo nei prossimi giorni e che verrà pubblicata nel verbale dell’Assemblea – è importante, diremmo importantissimo, segnalare un dato che ci è stato fornito: dopo mesi e mesi nei quali la rete vendita era in costante decremento, nel primo trimestre di quest’anno, per la prima volta, il numero degli agenti è tornato a crescere. E questo per noi è il primo segnale di rinascita industriale. Vera!
Infine Assonline ha chiesto al nuovo Amministratore delegato di esprimere la propria opinione su un tema a noi molto caro: l’azionariato diffuso.
Il dott. Giacchi ha risposto che a titolo personale lo ritiene uno strumento straordinario; al momento non ci sono programmi specifici in merito ma che è possibile. E per farlo è necessario costruire un percorso definito ed articolato.
Una ulteriore apertura che fa ben sperare!

Back To Top