Cosa cambia in Italiaonline

Assemblea Degli Azionisti - Italiaonline - Assago

Celebrata l’assemblea degli azionisti, ora il nuovo consiglio di amministrazione è pronto per il nuovo mandato.

Composto da 11 persone, di cui ben quattro con le caratteristiche di consiglieri indipendenti, il nuovo CDA dovrà farsi carico dell’impegnativa fase di rilancio, così come da molte parti richiesto, dal MISE come da ASSONLINE.

In questo percorso, ASSONLINE ha fatto sentire la propria voce, forte delle molte deleghe ottenute dagli azionisti di minoranza. Un primo risultato utile è stato quello della disponibilità da parte dell’azienda verso il mondo dell’innovazione, accogliendo una proposta formulata da un altro azionista presente, che chiedeva di istituire un premio per l’innovazione, per sviluppare nuove idee e attrarre talenti. E’ stata così ripresa ed accolta una proposta analoga avanzata da ASSONLINE in passato.

Rispetto al tema per noi centrale della rappresentanza degli azionisti di minoranza nella governance , è stata verbalizzata la nostra richiesta, che verrà ulteriormente ripresa attraverso prossimi contatti con i consiglieri indipendenti, coloro che per ruolo sono tenuti a farsi carico delle nostre istanze. Fin quando non riusciremo a rappresentare il 2% del capitale sociale, dovremo “lavorare ai fianchi” ed in modo informale per tenere aperto un dialogo costruttivo e leale verso la proprietà.

Abbiamo anche offerto la nostra disponibilità a contribuire ad un tavolo che abbia l’obiettivo di ridurre il calo dei prodotti tradizionali, soprattutto per valorizzare gli asset rappresentati da storici brand che hanno ancora un grande valore di mercato.

Segnaliamo infine come puro dato di fatto, che nelle votazioni per il nuovo CDA si è registrato un elevato numero di astensioni verso la lista proposta dalla proprietà, mentre per la nomina del presidente i voti contrari sono risultati significativi.

Per chi volesse approfondire in dettaglio i lavori dell’assemblea, nei prossimi giorni sul sito di Italiaonline saranno resi pubblici i verbali.

Ai seguenti link potete invece prendere visione delle tracce dei nostri interventi assembleari: