CEDOLA PER AZIONI ITALIAONLINE

Cedola Italiaonline

Da giorni il titolo Italiaonline era sotto pressione.

…e alla fine è spuntato un maxi dividendo (cedola) per gli azionisti ITALIAONLINE (ex SEAT PAGINE GIALLE). Era nell’aria, l’ingente liquidità non poteva certo rimanere nelle casse in modo infruttifero.
Nelle stesse ore, il Tribunale di Torino, pur respingendo la costituzione di parte civile di circa 400 piccoli azionisti, ha ufficialmente dato il via al rinvio a giudizio per i vecchi amministratori, Majocchi & c. La storia si ripete, penserà qualcuno?

Chi sostiene questo è in evidente malafede. Anche se i due fatti accadono in tempi assolutamente sincroni, la realtà è del tutto diversa: allora la maxi cedola fu staccata a debito, creando un danno patrimoniale che ha portato fino all’orlo del fallimento. Oggi invece la proprietà decide di incamerarsi i frutti del lavoro, loro e non solo. Tali soldi potevano rimanere in ITALIAONLINE ed andare a favore di una politica espansiva? Certamente si. Si poteva evitare l’instaurarsi di un clima pesante in azienda? Certamente si.

Nell’Assemblea degli azionisti convocata per il prossimo 27 aprile ad Assago, Assonline porrà sul tavolo diverse questioni:

  • Diremo la nostra sul tema della cedola, indicando una via che soddisfi gli azionisti e al tempo stesso riconosca ed incentivi la creazione di valore da parte di chi questo valore contribuisce a creare
  • Lanceremo una proposta di reale investimento degli utili dell’azienda, che dia respiro e prospettive concrete e durature
  • Vorremmo poi dei chiarimenti sui tanti giri di poltrone che si susseguono ormai con troppa frequenza.

Nei prossimi giorni pubblicheremo tutti gli interventi fatti e vi terremo informati sulle risposte ricevute. Stay tuned!